OMIKRON

 HOME : LINKS  ABOUT : RSS 


game


Omikron it

Un gioco? Realtà? Forse tutti e due o forse è una via di mezzo. Sono queste le domande che quando ho cominciato a giocare a Nomad Soul mi sono fatto. La ricostruzione perfetta di una città futuristica come Omikron e dei personaggi, "catapultano" il giocatore in questo mondo virtuale. Il primo personaggio che noi incontriamo è un "sofferente" Kayl; è lui che, chiedendoci se vogliamo incarnarci in lui per salvarlo, ci introduce in Omikron. All'inizio la storia è intenzionalmente confusa perché la vita che stiamo "vivendo" è quella di un altro… Dopo un po' che giochiamo, capiamo che il protagonista (che non è l'"omino" del gioco ma siamo noi!) è una "anima nomade", cioè può incarnarsi in altre persone che troviamo nel gioco. Ogni personaggio ha caratteristiche ed oggetti diversi. Il nostro scopo è quello di uscire "vivi" da Omikron… il che non è facile perché insidiosi mostri "ruba-anime" ed il governo ci ostacolano in tutti i modi. Nella città di Omikron ci sono diverse fazioni in contrasto tra loro che i cittadini neanche si immaginano; ben presto il giocatore farà parte di una di esse: "I Risvegliati" un gruppo di persone che si ribellano contro lo stato oppressore che oblitera le menti dei suoi cittadini, e contro i demoni "ruba-anime". "I Risvegliati" sono comandati da Boz: un essere umano morto da centinaia di anni che adesso vive nella rete multiplan di Omikron (una rete di tutti i computer della città nella quale si possono anche depositare oggetti). Esso ha la fisionomia e la voce di Bowie ma purtroppo si vede solo tre volte in tutto il gioco… Tutti i demoni di Omikron sono governati da Astaroth il piů potente tra tutti loro nonché re del male; essi sono sempre piů potenti piů si avvicinano al livello di Astaroth, secondo una rappresentazione dell'inferno molto vicina a quella dantesca con al centro Lucifero. La lotta è dura ma ne vale della nostra vita o meglio della nostra anima…

I quartieri di Omikron:

La città di Omikron è divisa in quattro grandi quartieri collegati tra loro ma non aperti a tutti, per accedervi necessita avere un pass e sono:
- Anakbah, il primo che incontriamo: è un quartiere principalmente di abitazioni e servizi come stazione di polizia, ospedale, supermercati, farmacie, obitorio (??!!!? e sě… anche questo!), ecc…
- Qualisar, quartiere corrotto: prostituzione, sexy shop e scommesse clandestine. In questo quartiere non ci sono abitazioni ma solo negozi che sono sopraelevati. C'è anche però l'ultimo tempio, ormai in disuso, di Omikron; questo è segno che una volta Qalisar non era un quartiere malfamato.
- Jaunpur, è un labirinto o meglio, una città cosě complessa per le innumerevoli strade che si intersecano fra loro che senza la mappa è impossibile circolare. Questo quartiere, un po' per le abitazioni e le strade ed un po' per le coinvolgenti ed orientaleggianti musiche, sembra una città araba.
- Lahoreh, è il quartiere dei benestanti di Omikron. Assomiglia molto a Venezia sia per gli edifici sia per i canali che separano gli isolati.

Musiche:

Una delle prime scene di Omikron è una panoramica della città dove finalmente sentiamo David Bowie con una "Angels of Promise" modificata per l'evenienza in Omikron. Questa canzone che a parer mio è piů bella di quella contenuta in "Hours…", ci da una prima visione di Omikron. Purtroppo le canzoni di "Hours…" non compaiono come colonna sonora del gioco ma solo ai concerti dei "Sognatori" (The Dreamers), un gruppo ricercato in tutta Omikron come gruppo deviante di 3° grado i cui componenti sono uno strano e snodato Bowie che canta ed il solito e buon vecchio Reeves Gabrels alla chitarra. Per sentire invece i brani di "Hours…" bisogna andare ad acquistare nelle librerie le cassette digitali da usare nel tracorder presente in ogni casa di Omikron. Sono invece le basi solo musicali scritte da Bowie e Grabels a fare da vera colonna sonora del gioco. Benché queste basi siano spesso elettroniche e tecnologiche, Bowie in un intervista, dichiarò che non voleva fare una colonna sonora che fosse Earthling 2, infatti il risultato si discosta notevolmente creando un'atmosfera piů d'ambiente che si adatta perfettamente alle situazioni del gioco. L'unica canzone nuova, che possiamo definire tale perché si sente la voce di Bowie benché distorta, compare durante alcuni combattimenti; è molto simile a 1917 presente nel singolo di Thursday's Child e non mi stupirei se sia stata scritta insieme al materiale per Omikron.

I concerti:

In Omikron, oppressa da conflitti di interesse tra due società che controllano tutta la città e dal regime totalitario del governo, vengono censurate tutte quelle cose che vengono definite "devianti". I Sognatori (The Dreamers), capitanati da David Bowie, è un gruppo classificato come deviante del 3° tipo ed è costretto ad esibizioni segrete in luoghi appartati.

I concerti nel gioco sono 3:
1) in un bar Harvey di Qualisar, dove i Sognatori eseguono "Survive";
2) in un locale in Jaunpur, dove eseguono "Something in the air";
3) in una fabbrica abbandonata in Lahoreh, dove eseguono "The pretty things are going to hell"

Questi sono i concerti della versione italiana ma è probabile che in altre versioni ce ne siano altri o comunque diversi.

Giocabilità:

Benché la realizzazione sia molto buona, l'unica pecca è la giocabilità: i comandi sono molti, soprattutto nelle scene di azione e inizialmente è un po' difficile giocare. Dopo poco però ci si abitua e non si trovano particolari difficoltà. Le istruzioni sono incomplete e inizialmente bisogna andare di intuito. Azione: Le scene d'azione sono abbastanza difficili e spesso sono loro le colpevoli di un ritardo nello svolgimento nel gioco. Ci sono due tipi di scene di azione: - la lotta corpo a corpo - le sparatorie Ho trovato quasi impossibile eseguire le mosse speciali per la lotta corpo a corpo. Requisiti hardware e software: Indicano sulla confezione come requisiti minimi: - Pentium 233 - 32 Mb di ram - scheda video con 4mb di ram Questi requisiti comunque non bastano per avere un gioco con un'animazione fluida neanche al minimo della risoluzione. Utilizzando la risoluzione minima, oltretutto, si hanno dei problemi nella visualizzazione delle scritte e nei dettagli del gioco. In conclusione: Un gioco fantastico, non solo per la presenza e per la colonna sonora di Bowie, ma anche per l'accuratezza nella ricostruzione delle scenografie e dei personaggi e per la trama della storia che è originale ed avvincente.

Autor: Jacopo Del Campo

Omikron it Friday, November 15, 1996
<< HOME

Previous News

hosting1996 - 2015 "Omikron Game" . This is a private blog, the main aim of keeping articles on-line through the years for my poor memory. Please respect authors rights and ask them personally for coping material. Some links to other sites can lead to 404 it is not my fault.